fbpx

DOTTORATO DI RICERCA E ABILITAZIONE ALL’INSEGNAMENTO SCOLASTICO: LA VOCE DEL CONSIGLIO DI STATO. LA PARTITA RESTA APERTA

  • Articolo letto 6730 volte

All’udienza del 16 Gennaio 2018, in cui erano fissati numerosi ricorsi in materia di dottori di ricerca, il Presidente della VI Sezione del Consiglio di Stato ha rilevato innanzi ai legali delle parti che allo stato attuale, se pur si è formato un recente parziale orientamento negativo, resta comunque fermo un ulteriore consolidato orientamento del medesimo Consesso giudiziario favorevole al valore abilitante del dottorato di ricerca.

Il Presidente ha quindi informato che in Marzo 2018 (precisamente giorno 22) è fissata al Consiglio di Stato un importante udienza di “merito” per un giudizio vertente sul tema in questione, solo ad esito di cui la Sezione potrà stabilire un più preciso (e possibilmente definitivo) indirizzo.

I ricorsi già fissati in detta data sono stati, dunque, rinviati al 22 Marzo.

Pertanto, a scanso di equivoci, la partita per il definitivo riconoscimento di tale “sacrosanto” diritto resta aperta.

Ne consegue che in occasione dell’aggiornamento semestrale delle Graduatorie d’Istituto (previsto ai sensi dei DM n. 326/2015 e 374/2017) e del Concorso semplificato per l’immissione in ruolo, entrambe imminenti, la categoria dei Dottori di Ricerca e quelle affini dei Titolari di Diploma di Specializzazione Post-Universitaria e dei Laureati con titoli/esami/crediti integrativi (o in corso d’integrazione) possono ricorrere al TAR Lazio per essere inseriti in II Fascia di Graduatorie d’istituto e per accedere al Concorso semplificato della Fase Transitoria funzionale all’immissione in ruolo.

Per maggiori informazioni su tali Ricorsi clicca qui.

 

 

Osservatorio Docenti

Offriamo informazione, assistenza legale e relazioni istituzionali a tutela dei docenti

Iscriviti alla Newsletter