fbpx

RICONOSCIMENTO PUNTEGGIO DEPENNATI II FASCIA: SI PUO’ RICORRERE AL GIUDICE DEL LAVORO PER L’ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO RELATIVO AL SERVIZIO SVOLTO

  • Articolo letto 4281 volte

RICONOSCIMENTO PUNTEGGIO DEPENNATI II FASCIA: SI PUO’ RICORRERE AL GIUDICE DEL LAVORO PER L’ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO RELATIVO AL SERVIZIO SVOLTO – ADESIONE ENTRO: 25 MARZO 2020.

PREMESSE

E’ di particolare attualità e delicatezza la questione della mancata attribuzione di punteggio per il servizio svolto dai docenti inseriti con riserva in II fascia di graduatorie d’istituto a seguito di ricorso e poi depennati per l’esito finale negativo del giudizio.

A tali docenti sono stati notificati decreti di depennamento, o analoghi decreti di rettifica e/o annullamento, che escludono l’attribuzione del punteggio corrispondente al servizio svolto durante l’inserimento con riserva in II fascia.

Tale negazione è assoluta, poiché non viene riconosciuto nemmeno il punteggio in forma ridotta.

ARGOMENTI

E’ controverso che in tali casi il docente abbia operato senza titolo e debba applicarsi la norma che prevede l’esclusione del punteggio per chi ha lavorato da II fascia senza titolo.

Infatti, l’assenza di titolo è piuttosto configurabile in casi di erronea indicazione del titolo di studio o dichiarazione di titolo non effettivamente conseguito.

Nel caso di specie, invece, i docenti hanno prestato servizio in possesso del titolo di studio corrispondente alla classe di concorso e al posto d’insegnamento pertinenti, con la peculiarità che anziché da III fascia hanno lavorato da II fascia.

Durante il periodo d’inserimento con riserva in II fascia, i docenti hanno beneficiato del riconoscimento giuridico dell’idoneità del proprio titolo operato da un provvedimento giudiziale, se pur non definitivo.

Non è corretto parlare, quindi, di assenza tout court di titolo idoneo.

Orbene, secondo costante orientamento (v., ex multis, Consiglio di Stato Ord. n. 356 – 27.1.2017; Ord. n. 624 – 14.2.2017), l’inserimento con riserva è idoneo ad attribuire al docente ogni utilità finale del posto d’insegnamento conseguito, anche in merito al punteggio (e non solo al trattamento economico e previdenziale), senza dover attendere la conclusione della fase di merito.

Ovviamente, sul docente inserito con riserva pende la clausola di risoluzione del contratto in caso di esito finale negativo del giudizio, e ciò tutela efficacemente la Pubblica Amministrazione dal rischio che il docente consegua utilità maggiori rispetto al periodo di servizio realmente espletato.

Tuttavia, limitatamente al periodo di servizio svolto, non vertendosi in una tipica ipotesi di assenza ab origine del titolo di accesso, al docente (depennato) deve riconoscersi il corrispondente punteggio, in misura piena o, in subordine, almeno in misura ridotta.

OBIETTIVO

La finalità è quella di ottenere pronunce positive entro l’imminente concorso straordinario per la scuola secondaria, attivato con l’approvazione del D.L. del 10.10.2019, nonché entro il prossimo aggiornamento delle graduatorie d’istituto, previsti nella prima parte del 2020, così da poterle spendere utilmente ai fini del riconoscimento di maggior punteggio.

SEDI GIUDIZIALI

I ricorsi verranno promossi in forma collettiva e centralizzata presso il Giudice del Lavoro.

ALTA SPECIALIZZAZIONE

Per offrire un alto grado di specializzazione, si precisa che, unitamente all’Avv. Giuseppe Buonanno, il ricorso innanzi al Giudice del Lavoro sarà promosso con la collaborazione del noto Avv. Giuseppe Versace, esperto del rito processuale del lavoro e di questioni scolastiche. 

***

TERMINE DI ADESIONE: 25 MARZO 2020.
 
SI PRECISA CHE PER IL PRESENTE CICLO DI RICORSO NON VI SARANNO ALTRE PROROGHE, PER CUI CHI E' INTERESSATO DEVE ADERIRE ENTRO E NON OLTRE IL 25 MARZO 2020 (DIVERSAMENTE DOVRA' ATTENDERE L'ATTIVAZIONE DI UN SUCCESSIVO CICLO DI RICORSO).   
 

***

Per ottenere informazioni e aderire ai ricorsi procedi alternativamente a:

1) inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con descrizione di titolo, data conseguimento e carriera scolastica

o

2) compilare i campi del form presente nella sezione Ricorsi e Assistenza Legale del sito www.osservatoriodocenti.it con i dati richiesti

o

3) inviare richieste di informazioni tramite WhatsApp al numero 3470934313

                                                          

 

 

Richiedi assistenza legale

Per aderire o richiedere maggiori informazioni sui ricorsi attivati invia una mail a consulenza@osservatoriodocenti.it o contatta il responsabile legale Avv. Giuseppe Buonanno ai numeri: 0689135135 o 3470934313 dalle ore 17:30 alle ore 19:00 o compila i campi del form sottostante con i dati richiesti

Whatsapp +39 347 093 4313

Osservatorio Docenti

Offriamo informazione, assistenza legale e relazioni istituzionali a tutela dei docenti

Iscriviti alla Newsletter