fbpx

TFA SOSTEGNO PROVA SCRITTA/GAE/II FASCIA: E' POSSIBILE ADERIRE AI 3 RICORSI PER VARIE CATEGORIE E CON NUOVI MOTIVI SULLA BASE DELLE RECENTI EVOLUZIONI

  • Articolo letto 4456 volte

TFA SOSTEGNO PROVA SCRITTA/GAE/II FASCIA: E' POSSIBILE ADERIRE AI 3 RICORSI PER VARIE CATEGORIE E CON NUOVI MOTIVI SULLA BASE DELLE RECENTI EVOLUZIONI – ADESIONE ENTRO: 13 GIUGNO 2019.

1) Ricorso per accedere alla prova scritta del TFA Sostegno 2019: il MIUR ha pubblicato il Decreto n. 92 dell'8.2.2019 che ha fissato i requisiti di accesso al corso di specializzazione sul sostegno; con successivo Decreto del 20.2.2019 il MIUR ha autorizzato gli Atenei ad attivare i corsi previa adozione dei Bandi, fissando il numero di posti disponibili per singolo ateneo.

Gli Atenei hanno pubblicato i Bandi, in cui hanno confermato i limiti di accesso ed il numero di posti fissati dal MIUR.

A seguito delle prove preselettive svolte il 15 e 16 aprile, è emersa chiaramente l'irragionevolezza delle modalità di accesso ai percorsi in questione, atteso che a fronte dell'esiguo numero di posti disponibili, le modalità di svolgimento delle prove non hanno consentito alla quasi totalità dei partecipanti di accedere alla prova scritta, nonostante abbiano superato la soglia di ammissione di 21/30 rinvenibile nei testi normativi richiamati dal DM 92/19 e dai Bandi, oltre ad aver superato la soglia di ragionevole sufficienza fissata in 18/30, rendendo di fatto inefficace in quanto inutile la preselezione.

In altri termini, la stragrande maggioranza (ovvero la quasi totalità) dei partecipanti ai test pur avendo conseguito un punteggio pari o superiore a 21/30 ed a 18/30, quindi utile al superamento, non ha potuto effettivamente accedere alla prova scritta, non potendo aspirare a rientrare nel “doppio del numero di posti disponibili” che consentiva di essere ammessi alla prova scritta.

Sussiste un evidente eccesso di potere per irragionevolezza, arbitrarietà ed ingiustizia manifesta, in violazione anche di principi di diretta evidenza costituzionale quali trasparenza e diritto al “giusto procedimento”.

E’ necessario, quindi, ricorrere al TAR Lazio per invalidare la procedura ed ottenere un provvedimento cautelare urgente, al fine di poter rientrare nelle date delle prove scritte già fissate dagli Atenei o (almeno) in apposite sesssioni suppletive.

- CATEGORIE CHE POSSONO ADERIRE AL RICORSO PER ACCESSO ALLA PROVA SCRITTA TFA SOSTEGNO 2019:

1) CANDIDATI CHE CON QUALSIASI TITOLO HANNO PARTECIPATO ALLE PROVE PRESELETTIVE E NON SONO STATI AMMESSI ALLA PROVA SCRITTA PUR AVENDO CONSEGUITO UN PUNTEGGIO PARI O SUPERIORE A 21/30;

2) CANDIDATI CHE CON QUALSIASI TITOLO HANNO PARTECIPATO ALLE PROVE PRESELETTIVE E NON SONO STATI AMMESSI ALLA PROVA SCRITTA PUR AVENDO CONSEGUITO UN PUNTEGGIO TRA 18/30 E 21/30;

3) DOCENTI CHE NON SONO STATI AMMESSI A SOSTENERE LE PROVE PRESELETTIVE, COME I DIPLOMATI DELLA CLASSE A066 E I LAUREATI SENZA 24 CFU E SENZA 3 ANNI DI SERVIZIO NEGLI ULTIMI 8 ANNI SCOLASTICI, O CHE HANNO PARTECIPATO ALLE PROVE PRESELETTIVE MA NON SONO STATI AMMESSI ALLA PROVA SCRITTA AVENDO MATURATO UN PUNTEGGIO INFERIORE A 18/30;

Si precisa che per le 3 categorie appena elencate verranno promossi ricorsi separati, fondati su motivazioni in parte diverse, ma comunque tutti finalizzati ad ottenere l’ammissione alla prova scritta del corso di specializzazione sul sostegno 2019.

Per i docenti della terza categoria esclusi dalle preselettive (Diplomati A066 e Laureati senza 24 cfu e senza 3 anni di servizio) si metterà a disposizione gratuita anche la domanda/diffida su modello sostitutivo da notificare a MIUR ed Università d’interesse prima del ricorso, con apposite istruzioni per la compilazione e l’invio.

***

2) Ricorso per inserimento in GAE 2019: il D.M. MIUR n. 374 del 24 aprile 2019, avente ad oggetto l’aggiornamento delle GAE per il triennio 2019/2022, persevera nel precludere l’inserimento nelle Graduatorie ad Esaurimento ai docenti ITP – Insegnanti tecnico pratici, ai docenti della classe A066 – Informatica/Trattamento testi (assimilabile alla prima), ai Laureati con 24 CFU, ai diplomati o laureati con 3 anni di servizio su materia comune o sostegno;

tale preclusione è contestabile in base alla portata abilitante dei titoli di accesso sopra indicati, nonché alle recenti evoluzioni normative che hanno ammesso alle prove del Tfa sostegno 2019 i docenti ITP e i Laureati con 24 cfu o 3 anni di servizio, e che prevedono che tali categorie possano partecipare direttamente al prossimo concorso ordinario a cui è riconosciuta efficacia abilitante all’insegnamento con il mero ingresso in graduatoria (v. ultima Legge Finanziaria);

possono trarsi principi favorevoli anche dal positivo orientamento affermatosi in relazione alla vicina categoria dei depennati GAE (v. Tar Lazio Roma Sentenze nn. 10907/2018, 10909/2018, 10913/2018, etc.), da cui parrebbe rinvenibile l'esclusione di un carattere necessariamente chiuso delle GAE;

inoltre, vi sono state per alcuni appartenenti a tali categorie pronunce passate d’inserimento in GAE del giudice amministrativo o del giudice del lavoro divenute definitive, per cui è legittimo ricorrere al TAR anche per evidenziare e far annullare tale ingiusta discriminazione;

se pur si è consapevoli dei recenti orientamenti della Plenaria sui diplomati magistrale, appare opportuno evidenziare che tali orientamenti non hanno ben valutato le sopra esposte evoluzioni normative ed hanno riguardato precedenti aggiornamenti intermedi delle GAE;

mentre il presente ricorso viene proposto avverso il nuovo Decreto (DM 374/19) che aggiorna ex novo ed ab origine per il futuro triennio 2019/2022 le graduatorie ad esaurimento;

sarà messa gratuitamente a disposizione degli aderenti anche la diffida da notificare prima del ricorso all’Ufficio scolastico provinciale d’interesse, unitamente ad apposite istruzioni per la compilazione e l’invio.  

***

3) Ricorso per inserimento in II fascia di Graduatorie d’Istituto: si ricorda la rilevante vittoria da noi conseguita al Consiglio di Stato avente ad oggetto l'ammissione in II fascia di Graduatorie d'Istituto dei Laureati non abilitati, tra cui anche Dottori di Ricerca e Specializzati post lauream, con Ordinanza n. 1702 del 1 Aprile 2019 (per visionare il relativo articolo CLICCA QUI).

Inoltre, nell'ambito dei positivi risultati da noi ottenuti in II fascia, si rammenta la vittoria al Consiglio di Stato con l'Ordinanza n. 4798 del 28.09.2018, che ha ammesso in II fascia numerosi docenti della classe A066 (e classi affini B016/A041), ancora oggi pienamente efficace.

L’Ordinanza n. 1217 dell’8.3.2019 con cui il Consiglio di Stato ha rigettato la domanda di sospensiva del MIUR ed ha confermato la permanenza in II fascia di vari docenti ITP.

Le Ordinanze del Consiglio di Stato nn. 6404 e 6405 del 27.12.2018 e nn. 891, 892 e 893 del 22.2.2019,  con cui il Consiglio di Stato, in parziale riforma del precedente orientamento, ha accolto la domanda cautelare ai fini della sollecita fissazione dell'udienza di merito, ritenendo necessari ulteriori approfondimenti ai fini dell'inserimento in II fascia di docenti ITP e della classe A066.

Sussistono quindi i presupposti per tutelare nuovamente le posizioni dei Laureati non abilitati (tra cui anche Dottori di Ricerca e Specializzati p.l.), ITP, diplomati A066 e docenti diplomati o laureati con 3 anni di servizio ai fini dell'inserimento in II fascia, nell'ottica di rendere affermabile un orientamento definitivamente positivo.

Sarà messa gratuitamente a disposizione degli aderenti anche la domanda/diffida da notificare prima del ricorso alla Scuola Capofila/Pilota d’interesse, unitamente ad apposite istruzioni per la compilazione e l’invio.

RIEPILOGO DELLE CATEGORIE CHE POSSONO ADERIRE AI RICORSI PER INSERIMENTO IN GAE E PER INSERIMENTO IN II FASCIA DI GRADUATORIE D’ISTITUTO:

  • Diplomati classe A066 (Informatica, trattamento testi)
  • Diplomati ITP (Insegnanti Tecnico Pratici)
  • Laureati con 24 CFU;
  • Laureati con 24 CFU e Dottorato di Ricerca e/o Diploma di Specializzazione Post/Lauream;
  • Laureati non abilitati;
  • Diplomati o laureati con 3 anni di servizio su materia comune o sostegno.

***

I suddetti 3 Ricorsi saranno presentati al TAR Lazio.

Le adesioni vanno formalizzate entro il 13 GIUGNO 2019.

***

L'adesione a più di un ricorso (o a più categorie contemporaneamente) consentirà di ottenere condizioni economiche più vantaggiose.

E’ possibile comunque aderire anche solo ad un ricorso in una sola categoria.

***

Per ottenere informazioni e aderire ai ricorsi procedi alternativamente a:

  • inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con descrizione di titolo, data conseguimento e carriera scolastica
  • compilare i campi del form presente nella sezione Ricorsi e Assistenza Legale del sito www.osservatoriodocenti.it con i dati richiesti

                                                          

 

 

 

 

Richiedi assistenza legale

Per aderire o richiedere maggiori informazioni sui ricorsi attivati invia una mail a consulenza@osservatoriodocenti.it o contatta il responsabile legale Avv. Giuseppe Buonanno ai numeri: 0689135135 o 3470934313 dalle ore 17:30 alle ore 19:00 o compila i campi del form sottostante con i dati richiesti

Whatsapp +39 347 093 4313

Osservatorio Docenti

Offriamo informazione, assistenza legale e relazioni istituzionali a tutela dei docenti

Iscriviti alla Newsletter