fbpx

Ricorsi pendenti per Inserimento in GAE: l’orientamento del TAR Lazio e gli ulteriori aggiornamenti sulla Plenaria del Consiglio di Stato

  • Articolo letto 6185 volte

All’udienza del 30 Maggio 2017 del Tar Lazio Roma, Sezione III-bis, nell’ambito delle discussioni preliminari, sono stati forniti ulteriori aggiornamenti sui ricorsi già pendenti per l’inserimento in GAE.

Si premette che già da alcune udienze il TAR Lazio, in attesa della Plenaria del Consiglio di Stato sui Diplomati Magistrale, sta disponendo la cancellazione delle udienze dal ruolo al fine di potersi esprimere in modo univoco secondo l’orientamento che perverrà dall’esito dell’Adunanza Plenaria.

Ovviamente restano integralmente salvi gli effetti ed i contenuti delle domande formulate nei ricorsi pendenti, trattandosi solo di una misura organizzativa finalizzata a fissare in modo concentrato ed unitario le udienze una volta pubblicata la pronuncia della Plenaria.

All’udienza odierna il TAR Lazio ha confermato che tale misura continuerà ad essere utilizzata, se pur sembrerebbe non oltre il mese di Luglio 2017.

Difatti, ad inizio Giugno è stata finalmente fissata l’udienza in Cassazione sulla questione di giurisdizione sollevata dal MIUR, da cui derivava il ritardo nella calendarizzazione della Plenaria del Consiglio di Stato.

Inoltre, al 20 Luglio 2017 è stata fissata l’udienza di merito del Consiglio di Stato, come Sezione e non in Adunanza Plenaria, da cui comunque perverranno importanti indicazioni, che dovrebbero andare nel senso di confermare gli inserimenti in GAE già disposti in fase cautelare.

A quel punto si dovrà solo attendere la Plenaria per garantire l’univocità di orientamento del massimo Consesso della Giustizia Amministrativa, che potrebbe essere fissata in un udienza straordinaria a Settembre 2017 o alla prima udienza utile del 21 Ottobre 2017.

L’attesa di cui sopra non pregiudica comunque l’attivazione dei nuovi ricorsi per l’inserimento in GAE e/o in fasce migliorative delle Graduatorie d’Istituto avverso i prossimi Decreti ministeriali di aggiornamento, potendo derivare, invece, dai chiarimenti giurisprudenziali che si attendono, benefici anche per i nuovi ricorrenti.

Osservatorio Docenti comunica, pertanto, a fronte delle richieste pervenute, che nei prossimi giorni saranno pubblicati nella sezione: “ Ricorsi e Assistenza Legale post informativi più precisi sull’attivazione di tali ricorsi e sulle relative modalità di adesione.

Osservatorio Docenti

Offriamo informazione, assistenza legale e relazioni istituzionali a tutela dei docenti

Iscriviti alla Newsletter